Insalatina di canocchie

insalatina di cannocchie

Chiamatele come volete: cannocchie, pannocchie, nocchie, canoce.. in ogni dialetto il nome viene distorto un po’: per riconoscerle univocamente basta ricordarsi che tra i vari crostacei è quello con due bolli rosso scuro disegnati sulla coda.

INGREDIENTI per 4 persone

  • 12 canocchie fresche
  • 100 gr di insalata songino
  • aceto balsamico di Modena
  • sale, pepe e olio d’oliva
  • semi di lino

PROCEDIMENTO

insalatina di cannocchie

Lessa le canocchie per 5 minuti, poi gettale in acqua fredda e sguscia delicatamente il corpo lasciando però attaccati sia la testa che la coda, per una migliore presentazione.

Lava e condisci il songino con olio sale e pepe e dividilo nei 4 piatti da servizio.

Adagia sopra l’insalatina tre canocchie per porzione, bagna con aceto balsamico e cospargi con una manciata di semi di lino.

Più veloce e semplice di così?

APPROFONDIMENTI:

Le canocchie, a differenza delle mazzancolle, non si possono sgusciare da crude, perché hanno un corpo troppo inconsistente e acquoso. Oltre a bollirle – come in questa ricetta – io conosco altri due metodi:

si possono congelare, e un a volta solidificate si sbucciano molto semplicemente. Basta passarle un attimo sotto l’acqua corrente in modo che si scongeli il guscio.

Oppure si possono lasciare sotto sale – ma sotto una montagna di sale, completamente coperte – per reazione chimica perderanno l’acqua e si rassoderanno al punto da poterle sbucciare.. Sotto il sale ci devono però stare per parecchio tempo: circa 6 ore.

In entrambi i casi sono poi pronte per essere cotte ma anche per essere mangiate crude!

Altre ricette che potrebbero interessarti: