Moscioli (cozze) con dadolata di pomodorini e rucola

antipasto di moscioli

Una ricetta leggera e semplicissima. Abilità con il pesce richiesta: minima, se poi le cozze le comprate già pulite allora diventa rasente allo zero! Un antipasto colorato perfetto per aprire una cena estiva..

INGREDIENTI per 4 persone

  • 1 kg.cozze
  • 25o gr. di pomodorini
  • 50 gr. di rucola
  • 1 limone
  • olio d’oliva
  • sale e pepe

PROCEDIMENTO

Se non le hai comprate già pulite allora devi innanzitutto pulire le cozze. Prima cosa da fare è togliergli lo “stoppino” (il bisso) afferrandolo e tirandolo delicatamente verso la parte tonda della cozza. A questo punto con una spugnetta di ferro devi grattare via tutto lo sporco che si è attaccato sulla conchiglia, infine gettale in acqua e rigirale a mano più volte in modo che si perdano anche le particelle più piccole di sporco.

Una volta pulite mettile in un pentola capiente con un filo d’olio e un limone tagliato a pezzi: non serve altro perché loro stesse perderanno tutta l’acqua che è racchiusa tra le valve. Accendi a fuoco medio e tieni il coperchio solo per un paio di minuti. Le cozze ci mettono pochissimo a cuocere, con il calore si apriranno una ad una e appena sono tutte aperte sono cotte!

Alcune non si apriranno: sono da buttare, ma soprattutto sono da buttare quelle che erano già aperte in fase di pulitura, perché significa che erano morte.

cozze a freddoQuesto piatto va servito freddo quindi scola le cozze dall’acqua di cottura e lasciale raffreddare. Nel frattempo lava i pomodorini e tagliali a pezzetti, fai altrettanto con la rucola lasciandola separata e condisci i pomodorini con olio, sale e pepe.

Quando le cozze non scottano più stacca una delle due valve da ciascuna conchiglia e adagia sul piatto da portata l’altra con il mollusco dentro. Una volta che sono tutte posizionate cospargi con i pomodorini e guarnisci con la rucola.

Curiosità: il MOSCIOLO:

Erroneamente si crede che “mosciolo” sia solo il termine dialettale marchigiano per indicare le cozze, essendo questo infatti la storpiatura della parola “muscolo”. In realtà il mosciolo è specificatamente la cozza pescata nella zona della Riviera del Conero. Quello che rende unica questa cozza tanto da darle un nome suo è la riproduzione spontanea. Nella scogliera rocciosa della baia di Portonovo il mosciolo vive e si riproduce spontaneamente a differenza della cozza comune (termine specifico: mitilo mediterraneo) che proviene dalla miticoltura.

Altre ricette che potrebbero interessarti: