Veri abbracci (cioccolato bianco e cioccolato fondente)

veri-abbracci

Domanda: se due persone si tengono con tutte e due le mani, si stanno abbracciando o si stanno tenendo per mano? Ecco, con questa domanda retorica – senza far riferimento diretto a nessuna marca di biscotti che non mi permetterei mai di criticare – introduco la ricetta di un biscotto di mia creazione dove veramente il cioccolato bianco abbraccia il cioccolato fondente!

INGREDIENTI

  • 2 uova
  • 200 gr di zucchero
  • 170 gr di burro
  • 500 gr di farina
  • 100 gr di cioccolato bianco
  • 100 cioccolato fondente
  • 1 bustina di lievito

PROCEDIMENTO

Per la riuscita di questa ricetta è importantissimo il burro: ricordati di tirarlo fuori dal frigo e lasciarlo ammorbidire in una tazza almeno un’ora prima di iniziare a lavorare.

In due pentolini metti a bagnomaria i due cioccolati (separati) e togli dal fuoco quando saranno completamente sciolti. Sbatti i tuorli con metà dello zucchero fino a che non diventano chiari, e versa l’altra metà dello zucchero nella tazza con il burro e gira con una forchetta fino a che non si forma una vera e propria crema vellutata. Solo a questo punto unisci il burro ai tuorli sbattuti. Aggiungi infine 300 gr di farina e amalgama bene.

A questo punto dividi il composto in parti uguali in due ciotole: in ciascuna aggiungi un cioccolato sciolto (che ormai dovrebbe essere tiepido) e amalgama. Aggiungi poi a ciascuna un albume non  sbattuto e lavora l’impasto rendendolo omogeneo. Infine aggiungi a ciascuno 100 gr di farina mescolata a mezza bustina di lievito. Ad un certo punto dovrai lavorare l’impasto con le mani.. che gusto c’è infondo se non ci si sporca le mani in cucina? 😉

Arriva il momento di abbracciare i due impasti, e ti assicuro è molto più facile a farsi che a spiegarsi! Stacca dall’una e dall’altra massa due parti grandi ciascuna come una noce e rotolandola tra i due palmi delle mani allungala a formare un rotolino poco più fino alle estremità. Poi sovrapponi il rotolino bianco a quello nero formando una X e richiudi gli estremi dietro premendoli un po’ con la punta delle dita, come per chiudere due anelli di una catena. Lo so, a parole è difficile, ma basterà guardare la foto sopra per vedere come devono diventare e capire come procedere.

..questi sì che sono veri abbracci!

Un’altra opzione più semplice – sia da fare che da spiegare – è quella invece di intrecciare i due rotolini avvitandoli uno sull’altro. Prova a vedere quale ti piace di più, e quale ti resta più comodo o simpatico da fare.. entrambi prendono un ottimo voto in presentazione!!

Adagia sulla teglia ricoperta di carta-forno e cuoci nel penultimo scalino in alto del forno a 180° per 18 minuti.

Altre ricette che potrebbero interessarti: