Plumcaco – Plumcake alle fibre di frutta e verdura

plumcaco

Adesso subito uno penserà che è una di quelle ricette dove ci sono gli ingredienti introvabili tipo “le fibre dove le vado a comprare?” Invece al contrario è una ricetta che utilizza una cosa che di solito si butta via:

GLI SCARTI DELLA CENTRIFUGA!

Purtroppo la potrà fare solo chi ha una centrifuga a casa. Tutte le volte che si ottiene il succo della frutta e della verdura ciò che resta nella macchina di solito si butta via, invece quelle sono preziosissime fibre, solo che uno non è che può mettersi lì a mangiarle col cucchiaino, un po’ perché non hanno proprio il migliore dei sapori e un po’ perché allora tanto valeva mangiarsi il frutto intero. Ma c’è un modo eccellente per non sprecare le fibre e ricavarne i benefici: farci un dolce!

INGREDIENTI

  • 2 uova
  • 100 ml di olio di semi
  • 200 gr di fibre
  • 200 gr di zucchero
  • 200 gr di farina
  • ½ bustina di lievito

PROCEDIMENTO

Il procedimento è il più semplice del mondo: metti uova, zucchero, olio e fibre nel frullatore (piccola parentesi: ovviamente se si centrifuga cetriolo, finocchio e mela non verrà il più buono dei dolci.. se sai che poi vorrai farci il plumcaco cerca di fare una centrifuga utilizzando ingredienti gustosi, tipo: kiwi, melone.. con la frutta tropicale viene il massimo, vedi che frutta buona hai a casa), frulla per qualche secondo e poi aggiungi farina e lievito setacciato e mescola. Metti in uno stampo da plumcake (quelli grandi) e cuoci in basso nel forno per 45 minuti a 180°, poi spegni il forno e lascia ancora per 15 minuti.

A questo punto ci tengo a spiegare perché questo dolce fa più bene che ingrassare. A parte il fatto che ha l’olio invece del burro, parliamo delle fibre. Generalmente l’alimentazione di una persona media non apporta tante fibre quante sarebbero necessarie in una giornata. Ci vorrebbero molta più frutta e verdura di quella che mediamente si consuma per assumere tutte le fibre di cui avremmo bisogno, e il plumcaco è proprio un concentrato di fibre.. le quali – non occorre che lo dica io – aiutano l’intestino a funzionare bene..

da qui il nome plumCACO.

Altre ricette che potrebbero interessarti: