Krapfen

bomboloni

Ma i Krapfen sono i bomboloni? I primi nascono in Austria nel ‘600 come dolce di carnevale, col tempo dall’Austria scendono in Trentino e passando per l’Emilia Romagna si diffondono in tutta Italia. In quasi 400 anni di storia ovviamente hanno preso forma diverse varianti e soprattutto sono nati diversi nomi. I segni distintivi che differenziano l’originale Krapfen da qualsiasi suo discendente sono: lo strutto (sia nell’impasto che per la frittura), lo zucchero a velo (e non semolato), e la marmellata di albicocche (con la quale si farcisce prima della cottura e non dopo).

Alla luce di ciò la ricetta che propongo non dovrebbe essere chiamata Krapfen, ma quando ero piccola e mio nonno la mattina me li andava a comprare li chiamava così, quindi per me rimarranno sempre I KRAPFEN!

INGREDIENTI per 23/24 Krapfen

  • 30 gr. di lievito di birra
  • 60 gr. di zucchero
  • 130 ml. di latte tiepido
  • 500 gr. di farina
  • 100 gr. di burro fuso a bagnomaria
  • 3 tuorli + 1 uovo
  • 1 bustina di vanillina
  • la scorza di un limone grattugiato
  • 1 cucchiaio di Rum
  • 1 pizzico di sale

Per la farcitura:

  • 4 tuorli
  • 330 ml. latte
  • 33 gr. di farina
  • 100 gr. di zucchero
  • 150 gr. di Nutella o 150 ml di panna da montare

Infine:

  • ½ Kg. di strutto per friggere
  • zucchero a velo per spolverare

PROCEDIMENTO

Versa lievito e zucchero nel latte tiepido, mescola, copri con un piattino e lascia riposare per un quarto d’ora. Poi versa il tutto in una terrina capiente e aggiungi la farina, il burro, i tuorli e l’uovo, la vanillina, la scorza del limone, il Rum. Amalgama con il mestolo finché puoi e poi lavora con le mani, per ultimo aggiungi il sale. Impasta finché la massa non diventa omogenea ed elastica, copri con la pellicola trasparente la ciotola e fai riposare per un quarto d’ora a 30/35°. Passato il tempo impasta nuovamente e dividi in 24 parti da 40 gr. l’una. Io ho il forno con la funzione lievitazione ma altrimenti si può far lievitare anche sopra il termosifone o ognuno ha il suo metodo.. Copri la lastra del forno, o quello che sia, con un panno pulito, cospargilo di farina e adagiaci sopra le parti di impasto modellate a pallina, spolvera anche sopra con farina, copri con un panno molto leggero (se dentro al forno non occorre) e lascia lievitare finché non raddoppiano di volume (circa 1 ora e mezza sempre a 30/35°).

bombe alla crema

Nel frattempo prepara la crema pasticcera: con le fruste elettriche sbatti i tuorli con lo zucchero finché non diventano bianchi e spumosi, intanto metti a scaldare il latte senza farlo bollire, aggiungi la farina ai tuorli zuccherati, aggiungi a poco a poco anche il latte caldo mescolando, quando è tutto amalgamato metti a fuoco basso e cuoci finché non bolle (e si raddensa) sempre mescolando. Infine aggiungi 150 gr. di Nutella o la panna montata con le fruste elettriche. Lascia raffreddare un po’, poi copri con la pellicola facendola aderire alla superficie della crema e metti in frigo.

In una padella fai sciogliere lo strutto e portalo a temperatura (come l’olio, si capisce quando è pronto per friggere quando buttandoci dentro un pezzettino di qualcosa si formano delle bollicine tutt’attorno). Immergi i Krapfen con la parte superiore (quella più gonfia) rivolta in basso (il grasso deve avvolgerli completamente). Chiudi con un coperchio e continua la cottura, poi girali e termina la cottura anche sull’altro lato finché non sono belli dorati.. ma non troppo! Circa 20 secondi per lato. Il fuoco non va tenuto altissimo, ma medio.

Consiglio di friggerne pochi per volta per poterli gestire e tenere meglio sotto controllo!

Asciuga i krapfen appoggiandoli sulla carta assorbente. Quando sono tutti cotti incomincia a farcire quelli più freddi. Metti la crema in una siringa da pasticcere col beccuccio lungo e fino, inseriscilo fino al cuore del krapfen e poi premi sullo stantuffo mentre fai compiere al beccuccio un movimento circolare in modo da creare più spazio per la crema.

Scontato dirlo, più sono pieni di crema più sono buoni!

Spolvera con zucchero a velo e sono pronti!

Altre ricette che potrebbero interessarti: