Marmellata di pesche ubriache

pesche-ubriache

Questa è una ricetta che non si può fare all’ultimo perché richiede minimo un paio di giorni di macerazione della frutta, ma ritorna molto utile quando d’estate, alla fine di una festa a base di sangria, rimane molta frutta sul fondo della brocca. Per dettagli sul procedimento leggi come realizzare la marmellata.

  • 3 kg di pesche
  • ½ kg di pesche “sangriate”
  • succo di 3 limoni
  • 700 grammi di zucchero

Le pesche “sangriate” sono precisamente quelle reduci dalla sangria (secondo qualsiasi ricetta) e che quindi hanno assorbito la mescola di alcolici per diversi giorni assumendo quel caratteristico color violaceo, ma in alternativa si possono semplicemente far macerare 1/2 kg di pesche in del vino rosso per uno o due giorni..

da qui il nome della marmellata!

NOTA: se miste alle pesche c’è anche qualche pezzetto di mela o di arancia va benissimo lo stesso!

Altre marmellate “sicure” proposte sono:

MARMELLATA DI FICHI

MARMELLATA DI CORBEZZOLI

MARMELLATA DI PESCHE AL MARASCHINO

MARMELLATA DI PERE E ZENZERO

MARMELLATA DI POMODORO PICCANTE

Altre ricette che potrebbero interessarti: