Panini per sandwich al tonno

panini da sandwich

Un pane un po’ troppo “di nicchia” dirà qualcuno.. il fatto è che dentro ci sono già i capperi il che gli da quel tocco che lo rende perfetto per sposarsi con il tonno. Il sapore e la consistenza è quella dei sandwich.. quindi potete metteteci dentro quello che vi pare.. ma con una crema di tonno tipo questa, è una merenda perfetta! Oppure, viceversa, niente capperi e siamo ai panini per sandwich modello base.

INGREDIENTI per 20 panini

  • 100 gr burro
  • 1 kg farina
  • 620 ml di latte (i 20 sono per spennellare i panini)
  • 2 dadi di lievito di birra
  • 4 cucchiaini di sale
  • 2 cucchiaini di zucchero
  • capperi sotto sale (pochi, circa 30 gr)
  • 1 albume
  • peperoncino in polvere

PROCEDIMENTO

Il procedimento bene o male è quello classico per fare il pane, ciò che rende questi panini così morbidi è il burro. Sbriciola il lievito in un bicchiere, aggiungi lo zucchero e riempi per metà con del latte tiepido. Mescola con una forchetta in modo da far sciogliere il lievito e poi copri con un piattino e lascia riposare per 10 minuti. Il lievito reagirà e formerà una schiumetta che sta ad indicare che è fresco e “funzionante”.

Versa la farina in una terrina capiente, crea un cratere al centro, versaci il composto di lievito, il restante latte sempre tiepido, il burro morbido o sciolto a bagno maria (ma non deve scottare), impasta con una forchetta e poi con le mani amalgamando il composto, quando si forma una massa coesa riversala sul piano da lavoro, aggiungi anche il sale e impasta a lungo finché non diventa una palla omogenea, liscia ed elastica.

Bisogna lavorare l’impasto moooolto a lungo, finché hai pazienza continua a impastare e lavorare e abbandona solo quando veramente non ne puoi più: è questa la fase che farà la differenza sul risultato.

panini soffici ai capperiCospargi la terrina di farina, adagiaci l’impasto, sigilla con pellicola trasparente e riponi a lievitare in un ambiente tiepido (circa 35°) per un’ora e mezzo. Alla fine del tempo lavora velocemente la pasta dividila a metà, poi ancora a metà e poi in 5 parti uguali in modo da ottenere 20 panetti. Lascia ossigenare per 5 minuti e poi lavorali uno a uno, forma una pallina, schiacciala un p0′, disponi al centro 3-4 capperi e poi richiudi la pasta in modo che i capperi finiscano nel mezzo, e la superficie della pallina risulti liscia e tirata. E’ importante per una cottura omogenea che i panini siano di grandezza il più possibile uguale. Appoggia le palline con la congiuntura di pasta  rivolta verso il basso su una lastra da forno rivestita con carta forno.

Spennellali con del latte in modo che rimangano umidi anche nella seconda fase di lievitazione che dovrà durare un’altra mezz’ora. Nel frattempo sbatti leggermente l’albume in modo da rompere i legamenti e mescolaci del peperoncino in polvere (mettine pure tanto perché ce ne andrà solo una piccola parte per panino e l’effetto piccante non si sentirà quasi per niente). Spennella i panini con l’albume al peperoncino e metti a cuocere per 25 minuti a 200°, o comunque – a seconda del forno – finché la superficie non è dorata.

Generalmente 20 panini non possono entrare in un’unica teglia quindi o fai due infornate lasciando lievitare metà dei panini un’ora anziché mezz’ora mentre si conclude la prima infornata, o puoi sistemarli su due livelli, ma in questo caso dovrai cuocerli per 35 minuti e invertire le teglie a metà cottura. In entrambe i casi sappi che i panini delle due teglie risulteranno leggermente diversi: i più belli per gli ospiti gli altri per casa! Almeno hai doppia possibilità che una delle due teglie venga un capolavoro.

Altre ricette che potrebbero interessarti: